campanili-10

Dieci Comuni insieme per diffondere la storia,
la cultura e le tradizioni del territorio Castanese


Il Polo Culturale del Castanese nasce ufficialmente nel 2001 con l’esplicito intento di partecipare all’importante iniziativa Metropòli - promossa dalla Provincia di Milano - sviluppando precise iniziative culturali al di fuori della metropoli, per far conoscere e valorizzare la storia, l’arte e i luoghi del proprio territorio.

Un sodalizio avviato con la realizzazione di una rassegna musicale: “SUONI E VOCI DAL MONDO” giunta quest’anno alla 15a edizione, (che ha raccolto da subito un importante successo di critica e di pubblico) quale tramite culturale fra le varie Amministrazioni coinvolte e, nello stesso tempo, mezzo per superare definitivamente tutti quei campanilismi che sinora hanno impedito al suddetto territorio di proporre in maniera completa ed ottimale le proprie potenzialità. Ad esso vanno inoltre aggiunte altre significative manifestazioni quali le kermesse organizzate nel periodo natalizio, il Teatro per i Bambini; dal 2006 al 2011 “TESORI NASCOSTI” Inaspettati incotri tra arte e musica; nel 2012 “IL PROFUMO DEL FIENO” Teatro, Musica e Tradizione, in cortili, ville e cascine

Il Polo Culturale del Castanese intende differenziarsi dalla mera programmazione di spettacoli ed eventi artistico-culturali in generale, bensì rappresentare il giusto tramite per creare un’unità fra gli Enti locali partecipanti, un sodalizio intercomunale che per statuto si propone di valorizzare in maniera corretta il territorio d’appartenenza e di promuovere le sue peculiarità storico-artistico-architettoniche.

Rafforzando inoltre la cooperazione, per ottimizzare le risorse culturali di ciascun territorio e promuovere manifestazioni per avvalorare il patrimonio  di storia e di tradizioni popolari della comunità del Castanese.


Ieri
Diversi significativi reperti testimoniano la presenza di antiche civiltà, come quelle dei Galli, dei Romani e dei Longobardi. Dal Medioevo il territorio fece parte, per quanto riguarda l’organizzazione ecclesiastica, della vasta Pieve di Dairago. Nei secoli passati diverse nobili famiglie milanesi avevano nei nostri paesi grandi proprietà e qui costruirono le loro residenze signorili.Zona prevalentemente agricola, dalla fine dell’800 il Castanese è andato via via industrializzandosi, senza tuttavia sconvolgere radicalmente la sua fisionomia originaria.

Oggi
Dotata di buoni collegamenti con Milano e con le altre città vicine (Busto Arsizio, Legnano, Magenta e Novara), la zona del Castanese svolge oggi un importante ruolo nell’ambito del territorio provinciale. Negli ultimi anni ha visto accresciuta la sua importanza soprattutto grazie alla vicinanza del grande aeroporto intercontinentale di Malpensa.

 

La Consulta del Polo Culturale del Castanese

Presidente
Luca Fusetti – Comune di Castano Primo

Vice-Presidente
Nicoletta Saveri – Comune di Inveruno

Assessori
Emanuele Secchi – Comune di Arconate

Claudia Garavaglia – Comune di Bernate Ticino

Lorenzo Massellucci – Comune di Buscate

Massimo Rogora – Comune di Magnago

Roberto Cattaneo – Sindaco di Nosate

Veronica Aggio – Comune di Robecchetto con Induno

Marzia Artusi – Comune di Turbigo

Erika Rivolta – Comune di Vanzaghello

 

Direzione Artistica e Organizzativa
Circolo Spettacoli

Direzione Tecnica e Amministrativa
Comune di Castano Primo
Ufficio Cultura Comune di Castano Primo
0331.888039 / 0331.888033

 

POLO CULTURALE DEL CASTANESE
Per tutte le informazioni e i programmi: 348/40.20.646348/40.20.648
direzione@circolospettacoli.it

Polo Culturale Castanese